FORSE NON TUTTI SANNO CHE…

 

  • La danza è a tutti gli effetti riconosciuta dal CONI come disciplina SPORTIVA.

Si può praticare danza da 4-5 anni in su (non c’è un limite temporale)

A livello sportivo esistono competizioni come in tutti gli altri sport.

E’ uno sport completo che interessa tutto il corpo compreso il cervello, migliora il coordinamento la concentrazione e la memoria.

  • La danza è a tutti gli effetti riconosciuta dal CONI come disciplina SPORTIVA.

Si pratica al coperto e al caldo, senza dover correre al freddo sotto la pioggia o rotolarsi nel fango.

Stimola la competizione ma non la violenza, il tifo è esuberante e caloroso, ma non ci si prende a bastonate se non va come deve andare.

Richiede un importante dispendio energetico e duro allenamento come qualsiasi sport per ottenere risultati.

La danza fa dimagrire e mantiene il corpo tonico.

  • La danza è a tutti gli effetti riconosciuta dal CONI come disciplina SPORTIVA.

Si può danzare sempre e in ogni luogo, da soli o in compagnia di tanti amici, in competizione o semplicemente come divertimento.

è molto più divertente che correre su un tapis roulant contro una parete o sollevare pesi dietro urla agghiaccianti.

La danza va incentivata ai bambini e ragazzi perchè migliora i rapporti sociali e disciplina il loro comportamento.

La danza insegna ai bimbi e ragazzi maschi il RISPETTO per le loro ballerine e il rispetto per le donne.

  • La danza è a tutti gli effetti riconosciuta dal CONI come disciplina SPORTIVA.

La danza aiuta i rapporti di coppia perchè è una delle poche cose che si possa fare insieme.

Tutti, specialmente i bambini, dovrebbero avere la possibilità di provare a ballare perchè fa bene al corpo, al cuore, e all’anima.

Massimo Mami, maestro di danza.

 

 

INIZIANO I NUOVI CORSI…

Siamo vicini all’apertura dei nuovi corsi, si vedono in giro manifesti, slogan, foto in posa di 20 anni fa, prezzi stracciati e “tutto gratis”… E allora mi sono chiesto che cosa dovrebbe far decidere le persone a scegliere di venire ai nostri corsi di ballo.

Le prime risposte che mi sono venute in mente sono che noi siamo professionali, che da noi ci si diverte, che da noi trovate tutta la simpatia che vi aspettate, poi riflettendoci su, anche nelle altre scuole e’ cosi’, non ho mai visto ne sentito qualcuno dire “venite da noi perche’ siamo antipatici”.

Parlo ovviamente di scuole che possono contare su un maestro riconosciuto come tale.

Continua…

A questo proposito mi chiedo perche’, se vogliamo imparare a sciare cerchiamo un maestro qualificato, se vogliamo giocare a tennis stessa cosa, vogliamo pattinare idem, e quando si tratta di ballo ci fidiamo di chiunque dica “io sono maestro di ballo”, concedetemi di dire che non è logico!

In realta’ le cose non stanno proprio cosi’, un maestro di ballo e’ o e’ stato un atleta (almeno cosi’ dovrebbe essere a mio parere) perche’ solo cosi sara’ in grado di spiegare non il passo, tutti sono capaci di spiegare un movimento, ma spiegare come va fatto, le azioni e reazioni che ne conseguono, la relazione con il partner se parliamo di balli di coppia.
Questo e’ il valore aggiunto che deve dare un maestro.
E sopratutto dobbiamo essere sicuri che gli allievi capiscano quello che gli stiamo trasmettendo.

L’abilita’ di un maestro deve essere quella di spiegare la stessa cosa in mille modi diversi, mille strade un solo risultato.

Questo e’ quello che ho sempre dato e continuero’ a dare come insegnante, questo e’ quello che gli insegnanti che collaborano con questa associazione vi daranno, perche’ siamo tutti convinti che possiamo spiegare qualcosa solo se fa parte di noi, l’abbiamo provata e riprovata sulla nostra pelle.

Ecco, noi siamo tutto questo, questi sono i nostri valori, su questo basiamo i nostri corsi, questo e’ il nostro metodo, personalizzato e originale con cui, siamo sicuri, vi insegneremo a ballare, provare per credere.